Utenti registrati:
Accedi
Sei un nuovo utente?
Per registrarti clicca qui
Login
FAQ Prodotti

Sistemi E.C.S.

Sistema E.C.S. Titanium
Da cos'è composto un sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
Un sistema E.C.S. Titanium Key-Card è composto da una scheda logica racchiusa in un guscio di plastica, un lettore di chiave che può essere un Key o un Card a seconda del modello, il cablaggio di connessione del lettore di chiave ed il cablaggio di collegamento al distributore automatico. Se il sistema è di tipo Executive Slave, viene fornito anche il cablaggio per la connessione come periferica di una rendiresto Executive.
Quali tipi di modelli sono disponibili per l'E.C.S. Titanium Key-Card?
Sono disponibili due modelli: E.C.S. Titanium Key ed E.C.S. Titanium Card, a seconda del tipo di lettore di chiave collegato (Key o Card). Inoltre, per entrambi i modelli, sono disponibili le versioni Executive, Executive Slave o MDB.
Come avviene l'installazione di un sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
L'installazione del sistema E.C.S. Titanium Key-Card risulta molto facilitata dal fatto che la scheda base è di peso e dimensioni ridotte e può essere alloggiata all'interno del distributore o nella base di una gettoniera. Per quanto riguarda i lettori di chiave, è sufficiente un foro rotondo da 33 mm di diametro.
Quali supporti cashless può gestire il sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
Il sistema E.C.S. Titanium Key-Card può gestire le chiavi contactless, le chiavi MyKey e le tessere MyCard (nel caso si utilizzi il lettore Card), oltre alle chiavi di servizio per aggiornamento, programmazione, rilevazione dati contabili e ricarica dei supporti cashless.
Quanti prezzi gestisce il sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
Il sistema E.C.S. Titanium Key-Card gestisce, in modalità Price Holding e Cost by Price, fino a 15 prezzi a contante e 45 prezzi a chiave (su tre tabelle).
Il sistema E.C.S. Titanium Key-Card, può essere installato nei distributori automatici già dotati del foro standard rettangolare per il lettore di chiave?
Si, il sistema E.C.S. Titanium Key-Card può essere installato nei distributori automatici già dotati di foro standard rettangolare per il lettore di chiave, in quanto il lettore E.C.S. Key viene fornito con un'apposita mascherina di adattamento, mentre il Card è direttamente compatibile.
Il sistema E.C.S. Titanium Key-Card può funzionare senza nessuna periferica collegata?
Si, il sistema E.C.S. Titanium Key-Card può funzionare anche senza nessuna periferica collegata, permettendo così la sola vendita dal distributore tramite chiave o tessera.
Quali periferiche possono essere collegate ad un sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
Ad un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, si può collegare un riconoscitore di monete (binario o parallelo) e un lettore di banconote parallelo. Il modello Executive Slave permette di collegare come periferica una gettoniera rendiresto Executive.
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, è possibile variare il colore del logo Coges del lettore di chiave/tessera?
Si, in un sistema E.C.S. Titanium Key-Card è possibile variare il colore del logo Coges del lettore di chiave/tessera, tramite il menu 11.20 "LED Multicolore".
Come si aggiorna il firmware del sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
Essendo dotato di microprocessore Flash, il sistema E.C.S. Titanium Key-Card può essere facilmente aggiornato tramite il software a PC FlashManager e un'apposita interfaccia (cod.844030), oppure tramite la chiave di servizio Softkey/USB Softkey.
Come si programmano i parametri di funzionamento in un sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, i parametri di funzionamento possono essere programmati manualmente con il programmatore E.C.S. Programmer ed il cablaggio in dotazione (cod.346610), oppure in modo automatico tramite la chiave di servizio Program-Key/ USB Program-Key.
Che cos'è un sistema E.C.S. Titanium Key-Card?
L'E.C.S. Titanium Key-Card è un sistema di pagamento cashless che permette la vendita su diversi tipi di distributori automatici e, se collegato a delle periferiche a contante, permette anche la ricarica delle chiavi e tessere.
Nel sistema E.C.S. Titanium Key-Card, è possibile effettuare la rilevazione dei dati contabili?
Si, nel sistema E.C.S. Titanium Key-Card è possibile effettuare la rilevazione dei dati contabili tramite le chiavi di servizio Data-Key/USB Data-Key (da 8 KB o da 64 KB), chiave RS232, stampante portatile CL, interfaccia IR portatile oppure tramite il Modulo IR PORT, utilizzando il formato EVA-DTS.
Un sistema E.C.S. Titanium Key-Card quanti valori di monete può gestire nelle modalità di uscita parallela e binaria?
Un sistema E.C.S. Titanium Key-Card può gestire fino a 6 monete in modalità di uscita parallela e fino a 31 in modalità di uscita binaria.
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, il collegamento delle periferiche a contante, richiede l'utilizzo di particolari cablaggi dedicati?
No, nel sistema E.C.S. Titanium Key-Card, la connessione delle periferiche a contante avviene mediante cablaggi di tipo standard (flat a 16 vie per il riconoscitore di monete e cablaggio in dotazione per il lettore di banconote).
Il sistema E.C.S. Titanium Key-Card può essere considerato come il sostituto del sistema E.C.S. Point?
Si, il sistema E.C.S. Titanium Key-Card si sostituisce effettivamente all'E.C.S. Point TS/Flex, apportando, rispetto al precedente, alcuni interessanti vantaggi sia rispetto alle possibilità di connessione delle periferiche, sia come gestione dei prezzi e delle rilevazioni contabili.
In un sistema E.C.S.Titanium Key-Card, quanti formati di dati contabili sono gestiti?
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, sono gestiti tre formati di dati contabili: Standard E.C.S., Rendiresto ed Esteso.
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, se si utilizzano più di dieci linee prezzo o più di una tabella di prezzo a chiave, con quale formato dati devo rilevare per avere tutte le informazioni?
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, se si utilizzano più di dieci linee prezzo o più di una tabella di prezzo a chiave, il formato dati da utilizzare per avere tutte le informazioni è Esteso.
In un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, è possibile effettuare la ricarica dei supporti cashless senza l'ausilio di periferiche a contante?
Si, in un sistema E.C.S. Titanium Key-Card, è possibile effettuare la ricarica dei supporti cashless tramite la chiave E.C.S. Easy-Key, senza perciò l'ausilio di periferiche a contante.
Il sistema E.C.S. Titanium Key-Card, è compatibile con i precedenti lettori di chiave/tessera Point TS e Flex?
Si, il sistema E.C.S. Titanium Key-Card, è compatibile con i precedenti lettori di chiave/tessera Point TS e Flex: nel caso di utilizzo di quest'ultimi, non si avrà però la gestione del "LED Multicolore".
^ top ^
Sistema E.C.S. Platinum
Con un sistema E.C.S. Platinum Key-Card come possono essere gestiti i prezzi di vendita?
Con un sistema E.C.S. Platinum Key-Card i prezzi di vendita possono essere gestiti secondo tre modalità: Prezzi in VMC (gestiti dal distributore), Price Holding e Cost by Price (solo con protocollo Executive).
In un sistema E.C.S. Platinum Key-Card, è possibile variare il colore del logo Coges del lettore di chiave/tessera?
Si, in un sistema E.C.S. Platinum Key-Card, è possibile variare il colore del logo Coges del lettore di chiave/tessera, tramite il menu 11.20 "LED Multicolore".
Il sistema E.C.S. Platinum Key-Card, è compatibile con i precedenti lettori di chiave/tessera Point TS e Flex?
Si, il sistema E.C.S. Platinum Key-Card è compatibile con i precedenti lettori di chiave/tessera Point TS e Flex: nel caso di utilizzo di quest'ultimi, non ci sarà però la gestione dei "LED Multicolore".
Come si aggiorna la versione firmware dell' E.C.S. Platinum Key-Card?
Il sistema E.C.S. Platinum Key-Card è dotato di tecnologia Flash che gli permette di essere facilmente aggiornato direttamente da PC con il software FlashManager e l'interfaccia (cod.844030) oppure tramite la chiave Softkey/USB Softkey.
Che cos'è il sistema E.C.S Platinum Key-Card?
Il sistema E.C.S Platinum Key-Card è un sistema di pagamento cashless in grado di interfacciarsi con qualsiasi distributore automatico e periferica presente sul mercato.
Da cos'è composto il sistema di pagamento E.C.S Platinum Key-Card?
Il sistema E.C.S Platinum Key-Card è composto dalla scheda base, alloggiata in un guscio di plastica, dove si effettuano tutte le connessioni e dal lettore di chiave che può essere di tipo Key o Card. Inoltre è dotato del cablaggio di connessione alla macchina che varia a seconda del modello richiesto.
Che modelli di sistema E.C.S Platinum Key-Card sono disponibili?
Sono disponibili due modelli: E.C.S. Platinum Key ed E.C.S. Platinum Card, a seconda del tipo di lettore di chiave collegato (Key o Card). Inoltre, per entrambi i modelli, sono disponibili le versioni Executive, MDB, BDV ed Executive Slave.
Come avviene l'installazione del sistema E.C.S. Platinum Key-Card?
L' installazione del sistema E.C.S. Platinum Key-Card risulta molto facilitata dal fatto che la scheda è di dimensioni ridotte e quindi facilmente posizionabile in qualsiasi distributore ed il lettore di chiave (sia di tipo Key che Card), grazie alla sua forma rotonda, può essere installato effettuando un semplice foro di 33 mm di diametro.
Il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può essere installato anche nei distributori già dotati della sede rettangolare per i lettori chiave modello A?
Si, il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può essere installato anche nei distributori preforati per lettori di chiave rettangolari tramite l'adattatore fornito in dotazione.
Che protocolli di comunicazione gestisce il sistema di pagamento E.C.S. Platinum Key-Card?
Il sistema di pagamento E.C.S. Platinum Key-Card essendo multistandard verso il distributore e verso le periferiche, può gestire in modo combinato tutti i protocolli di comunicazione internazionali (Executive, MDB e BDV).
Il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può esere installato in un distributore elettromeccanico?
Si, il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può essere installato in un distributore elettromeccanico tramite l'apposita interfaccia.
Il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può funzionare anche senza nessuna periferica collegata?
Si, il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può funzionare anche senza nessuna periferica collegata come sistema di pagamento cashless.
Che tipo di periferiche possono essere collegate ad un sistema E.C.S. Platinum Key-Card?
Ad un sistema E.C.S. Platinum Key-Card possono essere collegate periferiche parallele (riconoscitore e/o lettore di banconote), Executive (gettoniera rendiresto) o MDB (gettoniera rendiresto o riconoscitore e/o lettore di banconote).
Nel sistema E.C.S. Platinum Key-Card è possibile programmare dei bonus per le chiavi e tessere?
Si, nel sistema E.C.S. Platinum Key-Card è possibile programmare fino a tre categorie di bonus di ricarica e altre tre diverse categorie di vendite gratuite per un totale di 6 tipi di bonus.
Su un sistema E.C.S. Platinum Key-Card che tipo di rilevazioni dati si possono effettuare?
In un sistema E.C.S. Platinum Key-Card si possono rilevare i dati contabili relativi alle operazioni di vendita e di ricarica e anche i dati relativi a tutte le operazioni effettuate da ogni singola chiave e tessera (transazioni).
Nel sistema E.C.S. Platinum Key-Card è possibile inibire il funzionamento di una o più chiavi e tessere?
Si, in un sistema E.C.S. CL Platinum Key-Card è possibile inibire il funzionamento di un massimo di duecento chiavi (blacklist).
Questo blocco può essere effettuato manualmente dal gestore nel caso di perdita della chiave da parte di un cliente oppure in modo automatico dal sistema nel caso in cui vengano riscontrati in una chiave degli errori di funzionamento.
Con un sistema E.C.S. Platinum Key-Card programmato in Price Holding o in Cost by Price, quante linee prezzo diverse si possono gestire?
Con un sistema E.C.S. Platinum Key-Card programmato in Price Holding o in Cost by Price, si possono gestire fino a 100 linee prezzo diverse a moneta e 400 linee prezzo diverse a chiave suddivise in 4 tabelle.
Che tipo di chiavi e tessere può leggere il sistema E.C.S. Platinum Key-Card?
Il sistema E.C.S. Platinum Key-Card può leggere le chiavi di tipo E.C.S. CL e le chiavi MyKey, se il lettore utilizzato è un Key, mentre il modello con lettore Card può leggere le chiavi E.C.S. CL, MyKey e anche le tessere MyCard.
In un sistema E.C.S. Platinum Key-Card come si rilevano i dati relativi alle operazioni effettuate con chiave e tessera (transazioni)?
In un sistema E.C.S. Platinum Key-Card i dati relativi alle operazioni effettuate con chiave e tessera si possono rilevare tramite la chiave RT/ USB RT 256KB e analizzare tramite il software KDatiPlus.
Come si programmano i parametri in un sistema E.C.S. Platinum Key-Card?
I parametri di funzionamento di un sistema E.C.S. Platinum Key-Card possono essere programmati o direttamente tramite l' E.C.S. Programmer e il cablaggio con codice 346610 oppure tramite la chiave Program-Key/ USB Program-Key.
In un sistema E.C.S. Platinum Key-Card come si possono rilevare i dati contabili?
In un sistema E.C.S. Platinum Key-Card i dati contabili si possono recuperare tramite Data-Key/USB Data-Key (da 8KB o da 64KB), modulo Network, chiave RS232 (collegata a PC o ad una stampante seriale) oppure tramite la trasmissione ad infrarossi con l'interfaccia IR portatile, il Modulo IR PORT o chiave IR Data-Key
^ top ^
Sistema E.C.S. Iridium
Nel sistema E.C.S. Iridium Key/Card quando viene utilizzata la rilevazione di tipo "estesa"?
Nel sistema E.C.S. Iridium Key/Card, la rilevazione di tipo "estesa" viene utilizzata quando più di una tabella prezzi a chiave è attiva.
In un sistema E.C.S. Iridium Key/Card, quanti prezzi si possono gestire?
In un sistema E.C.S. Iridium Key/Card si possono gestire fino a 10 linee prezzo in Cost by Price. Per ognuna di queste linee prezzo si può programmare una tariffa a contante e fino a tre tariffe diverse a chiave (identificate in programmazione come "Prezzo chiave 1", "Prezzo chiave 2" e "Prezzo chiave 4").
Quali supporti cashless può gestire il sistema E.C.S. Iridium Key-Card?
Il sistema E.C.S. Iridium Key-Card gestisce le le chiavi MyKey e le tessere MyCard, oltre alle chiavi di servizio per la rilevazione dei dati contabili, la programmazione dei parametri di funzionamento e la ricarica automatica delle chiavi utente.
Da cos'è composto un sistema E.C.S. Iridium Key/Card?
Un sistema E.C.S. Iridium Key/Card è composto dalla scheda microprocessore di dimensioni ridotte per facilitarne l'installazione in tutti i tipi di distributore, dal cablaggio MDB verso macchina e, a seconda della versione Key o Card, del lettore di chiave o del lettore di chiave/tessera.
Il sistema E.C.S. Iridium Key-Card può essere considerato il sostituto dell'E.C.S. Point TS MDB?
Si, il sistema E.C.S. Iridium Key-Card può essere considerato il sostituto dell'E.C.S. Point TS MDB, con il vantaggio che può gestire 3 tabelle di prezzo a chiave e che, non avendo la possibilità di essere convertito in Executive, risulterà anche vantaggioso economicamente.
Come si programma un sistema E.C.S. Iridium Key/Card?
Un sistema E.C.S. Iridium Key/Card può essere aggiornato nella versione firmware direttamente da PC con l'interfaccia 844030 oppure tramite Softkey/USB Softkey, mentre la programmazione dei parametri di funzionamento (prezzi etc.) avviene tramite programmatore ECS Programmer ed il cablaggio in dotazione oppure tramite Program-Key/ USB Program-Key.
Quali sono le caratteristiche elettriche del sistema E.C.S. Iridium Key-Card?
Il sistema E.C.S. Iridium Key-Card ha un'alimentazione di 12/24 V AC/DC e un assorbimento di 1W.
Dove può essere installato un sistema E.C.S. Iridium Key/Card?
Un sistema E.C.S. Iridium Key/Card, gestendo solo il protocollo MDB Slave, può essere installato in serie alle altre periferiche, in qualsiasi distributore MDB che ammetta il cashless, oppure come periferica MDB di una gettoniera rendiresto che lo permetta (ad esempio la gettoniera rendiresto Aeterna).
Che cos'è l'E.C.S. Iridium Key/Card?
L'E.C.S. Iridium Key/Card è uno dei tre sistemi cashless che compongono la nuova gamma di prodotti Coges. In particolare si tratta di un sistema classificato come "basico MDB" in quanto integra il solo protocollo MDB Slave e le principali funzioni per la gestione del cashless.
Nel sistema E.C.S. Iridium Key-Card si possono rilevare i dati contabili registrati dallo stesso?
Sì, nel sistema E.C.S. Iridium Key-Card è possibile rilevare i dai contabili, tramite le chiavi di servizio Data-Key/USB Data-Key (da 8 KB o da 64 KB) o RS232, con la stampante portatile CL, con l'interfaccia IR portatile, tramite il Modulo IR PORT, l'IR Data-Key oppure tramite l'IR Card (trasmettitore integrato nel lettore Card), sempre utilizzando il formato EVA-DTS.
Nel sistema E.C.S. Iridium Key-Card, è possibile variare il colore del logo Coges nel lettore di chiave/tessera?
Si, nel sistema E.C.S. Iridium Key-Card, è possibile variare il colore del logo Coges nel lettore di chiave/tessera tramite il menu 11.20 "LED Multicolore".
In un sistema E.C.S. Iridium Key-Card quali modalità di gestione dei prezzi sono disponibili?
In un sistema E.C.S. Iridium Key-Card sono disponibili due modalità di gestione dei prezzi: Prezzi in VMC e Cost by Price.
Se collego un sistema E.C.S. Iridium Key/Card come periferica di una gettoniera rendiresto, quali dati contabili riuscirò a gestire dal sistema?
Da un sistema E.C.S. Iridium Key/Card collegato come periferica MDB ad una gettoniera, potrò rilevare unicamente i totali riguardanti l'utilizzo della chiave (totale caricato e venduto per linea prezzo).
^ top ^
E.C.S. IDEA 4COL
Che protocollo di comunicazione utilizza il sistema E.C.S. IDEA 4COL?
Il sistema E.C.S. IDEA 4COL utilizza il protocollo di comunicazione standard Executive.
Da cos'è composto un sistema E.C.S. IDEA 4COL?
Un sistema E.C.S. IDEA 4COL è composto da una scheda di controllo e, a seconda del modello scelto, da un lettore di chiave Point TS con il relativo cablaggio, oppure da un lettore di tessere e chiavi Flex Reader ed il relativo cablaggio.
Che vantaggio dà l'installazione di un sistema E.C.S. IDEA 4COL in un distributore Colibrì, rispetto ad un altro sistema di pagamento?
L'installazione di un sistema E.C.S. IDEA 4COL in un distributore Colibrì dà il vantaggio che, essendo un sistema dedicato, non ha bisogno di ulteriori interfacce di protocollo come per gli altri sistemi di pagamento. Inoltre, le dimensioni ridotte facilitano la sua installazione all'interno di questo modello di distributore che ha uno spazio interno limitato.
Come avviene l'installazione di un sistema E.C.S. IDEA 4COL all'interno di un distributore Colibrì?
L'installazione di un sistema E.C.S. IDEA 4COL all'interno di un distributore Colibrì è un'operazione facilitata dal fatto che la scheda microprocessore del sistema è concepita per essere agganciata alla scheda di controllo della macchina. E' quindi sufficiente posizionare il lettore di chiavi/tessere (installazione con un foro di diametro 33 mm) ed alimentare il sistema per farlo funzionare.
Che tipo di periferiche può gestire un sistema E.C.S. IDEA 4COL?
Oltre al lettore di chiavi/tessere in dotazione, un sistema E.C.S. IDEA 4COL può gestire anche un riconoscitore di monete parallelo. In questo modo si possono effettuare sia vendite a contante che tramite chiave/tessera, oltre alla possibilità di ricaricare il supporto cashless con la moneta.
Quanti prezzi differenziati può gestire un sistema E.C.S. IDEA 4COL in configurazione Price Holding?
Un sistema E.C.S. IDEA 4COL, in configurazione Price Holding, può gestire fino a otto prezzi differenziati a moneta e con chiave/tessera.
Un sistema E.C.S. IDEA 4COL, quanti tipi di monete diverse può riconoscere?
Un sistema E.C.S. IDEA 4COL, collegato ad un riconoscitore di monete, può riconoscere fino a quattro monete diverse se si lavora con uscite parallele e fino a quindici, se si lavora con uscite binarie.
In un sistema E.C.S. IDEA 4COL installato senza riconoscitore di monete, è possibile ricaricare le chiavi/tessere ugualmente?
Si, in un sistema E.C.S. IDEA 4COL installato senza riconoscitore di monete, è possibile effettuare ugualmente la ricarica delle chiavi/tessere tramite l'utilizzo della chiave di servizio Easy-Key.
Come si programma un sistema E.C.S. IDEA 4COL?
La programmazione dei parametri di funzionamento in un sistema E.C.S. IDEA 4COL, può essere eseguita manualmente tramite E.C.S. Programmer, oppure in modo automatico tramite Program-Key/ USB Program-Key.
Un sistema E.C.S. IDEA 4COL può essere aggiornato nella versione firmware?
Si, un sistema E.C.S. IDEA 4COL, essendo dotato di un microprocessore flash, può essere aggiornato nella versione firmware. Questo aggiornamento si può effettuare tramite chiave di servizio Softkey/ USB Softkey oppure da PC con il software FlashManager e l'apposita interfaccia di programmazione.
Che cos'è l' E.C.S. IDEA 4COL?
L' E.C.S. IDEA 4COL è un sistema di pagamento elettronico cashless appositamente progettato per essere installato in piccoli distributori automatici modello Colibrì.
In un sistema E.C.S. IDEA 4COL, è possibile effettuare la rilevazione dei dati contabili?
Si, in un sistema E.C.S. IDEA 4COL è possibile rilevare i dati contabili registrati dal sistema, tramite le chiavi di servizio Data-Key e USB Data-Key (da 8KB o da 64KB), tramite chiave RS232, stampante portatile CL, interfaccia IR portatile oppure tramite il Modulo IR PORT, utilizzando il formato EVA-DTS.
^ top ^

Gettoniere rendiresto

PROFIT Key - Card
Quali funzioni particolari attribuibili alle chiavi/tessere posso gestire con una rendiresto PROFIT Key-Card?
Con una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, si possono gestire veramente molte funzioni attribuibili alle chiavi/tessere. Le più importanti ed interessanti sono: gestione di 4 tabelle di prezzo differenziate per categoria di chiavi, bonus, happy break, blacklist, cauzione automatica, chiave di ricarica tubi e transazioni.
Come può essere aggiornato il riconoscitore di monete della gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Il riconoscitore di monete della gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, può essere aggiornato tramite il software a PC FlashManager e l'interfaccia di programmazione (cod.844030) oppure tramite Maxi Programmer e l'apposito cablaggio (cod.346533).
Come si effettua la programmazione del database monete in una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, la programmazione del database monete si effettua tramite il software a PC EasyCoinProfit e l'interfaccia di programmazione (cod.844030), collegata alla scheda base, nello stesso connettore dell'aggiornamento firmware, con il dip-switch in posizione "Parametri", oppure tramite Maxi Programmer (area di memoria Mod.AeternaPROFIT) e cablaggio cod.346533.
Una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card può essere installata su tutti i tipi di distributori automatici?
Si, la gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, può essere installata su tutti i tipi di distributori automatici, sia perchè le sue dimensioni rispondono allo standard previsto per questo prodotto, sia perchè la gettoniera è "multi-protocollo". E' sufficiente selezionare nel menu 6.1 "Protocollo" della gettoniera il tipo di protocollo usato dal distributore automatico ed utilizzare il cablaggio di connessione adeguato; in tal modo la gettoniera può dialogare con distributori Executive, MDB, BDV e addirittura elettromeccanici (in quest'ultimo caso è necessaria l'aggiunta di un'ulteriore interfaccia hardware).
Con una rendiresto PROFIT Key-Card è possibile effettuare il riempimento dei tubi, senza dover aprire il distributore automatico?
Si, con una rendiresto PROFIT Key-Card è possibile effettuare il riempimento dei tubi senza dover aprire il distributore automatico, utilizzando una "chiave di ricarica" ovvero una normale chiave utente, codificata con codice sezione a 96. Per abilitare questa chiave sulla gettoniera sarà sufficiente scegliere nel menu 11.19 "ChiaveDiRicarica",  tra le opzioni "Standard" e "Resto Automatico".
Nella modalità "Standard" la chiave abiliterà il menu di ricarica manuale e la gettoniera accetterà monete fino al raggiungimento della quantità massima impostata, dopo di chè comincierà a rifiutare le monete. Anche la modalità "Resto Automatico" prevede lo stesso tipo di funzionamento, tranne che, a riempimento ultimato, quando viene estratta la chiave dal lettore, la gettoniera rende una quantità di monete di grosso taglio, pari al valore complessivo della ricarica effettuata.
E' possibile gestire un gettone (token) per la vendita nella gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Si, nella gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card è possibile gestire uno o più gettoni (token) per la vendita di prodotti. Tramite questa funzione, associabile a qualsiasi moneta presente nel menu "Setup Monete", il gettone darà diritto alla vendita di un prodotto con valore minore o uguale a quello associatogli; nel caso di prezzo inferiore del prodotto non darà diritto al resto e non potrà essere ricaricato sulla chiave/tessera.
Da che cosa è garantita l'elevata autonomia del resto nella gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Nella gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card ci sono vari fattori che concorrono a garantire un'elevata autonomia del resto; i più importanti sono: capacità elevata dei tubi di contenere monete, presenza di 5 tubi in configurazione modulabile e funzione di "Autofloating".
Che cos'è una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card è un sistema di pagamento completo che permette l'acquisto di un prodotto da un distributore automatico, sia tramite contante (monete e banconote), sia tramite un supporto cashless (chiave e tessera). Inoltre, nel caso della vendita a contante, il credito in eccesso viene reso al cliente.
Il nome della gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card ha un significato particolare?
Si, il nome PROFIT della gettoniera rendiresto, è l'abbreviazione di "Professional Five Tubes" ovvero "Cinque tubi professionale" che indica il fatto di poter contare su 5 tubi per l'erogazione del resto, una delle caratteristiche innovative che contraddistingue questo prodotto. La sigla Key o Card invece, indica se la gettoniera rendiresto è dotata anche del lettore di chiavi Key oppure del lettore di chiavi/tessere Card.
La gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, sostituirà la gettoniera rendiresto EuroCoin TS/Flex?
Si, la gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card è il prodotto che sostituirà completamente la gettoniera rendiresto EuroCoin TS/Flex, essendo stata sviluppata per sopperire alle medesime esigenze, con l'aggiunta di numerose innovazioni tecnologiche che ne elevano gli aspetti più importanti: efficacia e sicurezza.
Da quanti moduli/gruppi è composta la gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
La gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card è composta da 5 moduli/gruppi: la scheda base, che gestisce tutte le funzioni del prodotto, il gruppo riconoscitore/separatore, il gruppo tubi, il gruppo bloccaggio cassetto (con l'innovativo meccanismo di ritenuta del cassetto ad elettromagnete) ed il gruppo espulsore dove avviene appunto l'erogazione del credito in eccesso.
Quali sono le principali caratteristiche della scheda base della gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Le principali caratteristiche della scheda base della gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card sono: microprocessore con elevate prestazioni (512KB di programma gestibile), connettore unico per la gestione del gruppo riconoscitore/separatore, gestione gruppi espulsore e bloccaggio cassetto, gestione bus MDB per lettore di banconote, gestione di un display a LCD, connettore per interfaccia elettromeccanica e connettore per l'utilizzo del lettore di chiave/tessera (tutte le funzioni sono gestite dal microprocessore).
Quali sono le principali caratteristiche del gruppo riconoscitore/separatore nella gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Nella gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, le principali caratteristiche del gruppo riconoscitore/separatore sono: riconoscimento ottico e magnetico delle monete, modulo IR integrato per la rilevazione dei dati contabili (nel modello PROFIT IR), separazione delle monete tramite motore passo-passo ed indirizzamento monete tramite canali fissi in plastica trasparente. In quest'ultimo caso si tratta di una notevole semplificazione delle fasi di pulizia ed eliminazione degli elettro- elementi che con il tempo possono dare luogo a problemi di funzionamento dovuti ad usura.
Quali sono le principali caratteristiche del gruppo bloccaggio tubi in una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, le principali caratteristiche del gruppo bloccaggio tubi sono: la presenza delle fotocellule che identificano il raggiungimento della quantità media e massima di monete dei tubi (superato questo ultimo livello le monete vengono convogliate in cassa) e la gestione del meccanismo di sgancio del gruppo tubi tramite elettromagnete. Questo meccanismo ha la particolarità di trasmettere alla scheda base la data e ora di apertura del cassetto ogni volta che questo viene azionato, anche in assenza di alimentazione. Queste informazioni vengono visualizzate come "eventi" nel formato esteso dei dati contabili.
Quali sono le principali caratteristiche del gruppo tubi in una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, le principali caratteristiche del gruppo tubi sono: presenza di 5 tubi di elevata capacità (mediamente di 95 monete); sistema di ritenuta dei tubi, che evita l'eventuale traslazione di questi verso l'alto a seguito di colpi ricevuti dal basso (in questo modo si evitano problemi di caduta o mal-posizionamento delle monete) e modularità della configurazione tubi (in base ai prezzi di vendita del distributore, è possibile adeguare la configurazione del gruppo, anche con valori doppi, tripli etc.).
Quali sono le principali caratterisiche del gruppo espulsore in una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, le principali carateristiche del gruppo espulsore sono: presenza delle fotocellule inferiori che rilevano il livello minimo di monete nei tubi (determinazione dell'importo esatto) e gestione dell'erogazione delle monete dai 5 tubi, tramite 3 motori che, a seconda del verso di rotazione, azionano l'espulsore di destra piuttosto che quello di sinistra.
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, posso lavorare anche con l'apertura libera del gruppo tubi, senza cioè utilizzare lo sgancio comandato da elettromagnete?
Si, quando una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card è nuova, ha un perno in plastica inserito nel gruppo bloccaggio tubi, che esclude appunto l'elettromagnete e permette di lavorare con l'apertura libera del cassetto tubi. Ovviamente nello storico eventi della gettoniera non avverrà la registrazione dell'apertura cassetto.
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, come si può aprire il cassetto tubi, se si utilizza la chiusura con elettromagnete e non c'è alimentazione?
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, l'apertura del cassetto tubi bloccato dall'elettromagnete ed in assenza di alimentazione, può avvenire intervenendo con un cacciavite all'altezza dell'etichetta Coges. Tale etichetta anti-effrazione permette di rendere visibile l'avvenuta forzatura e l'apertura sarà registrata dalla gettoniera rendiresto.
Come può essere aggiornata una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card?
Una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card può essere aggiornata tramite chiave Softkey da 512 KB oppure direttamente da PC, tramite il software FlashManager e l'interfaccia di programmazione (cod.844030).
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card, come possono essere rilevati i dati contabili?
In una gettoniera rendiresto PROFIT Key-Card i dati contabili possono essere rilevati in diversi modi: tramite chiave Data-Key/ USB Data-Key (da 8KB o da 64KB), tramite chiave RS232 (collegata al PC oppure ad una stampante portatile), tramite l'interfaccia ad infrarosso integrata nel gruppo Riconoscitore/Separatore o nel lettore di tessera Card, tramite chiave IR Data-Key oppure tramite il Modulo IR PORT, utilizzando il formato EVA-DTS.
Naturalmente tutti i dati contabili registrati dalla PROFIT, sono consultabili in qualsiasi momento, selezionando il menu 3 "Totali" della gettoniera rendiresto.
^ top ^
Aeterna
Che prodotto è l'Aeterna?
Aeterna è la prima gettoniera rendiresto Coges senza la gestione integrata del cashless. Si tratta in sostanza di una gettoniera rendiresto "classica" in grado di accettare del contante, autorizzare la vendita di prodotti da un distributore automatico ed erogare l'eventuale credito in esubero.
Una gettoniera rendiresto Aeterna, quanta autonomia ha per l'erogazione del resto?
Una gettoniera rendiresto Aeterna, gestisce 5 tubi rendiresto, ognuno dei quali ha una capacità media di 95 monete per un totale di 475 monete. L'elevata autonomia che ne deriva, è proprio una delle principali caratteristiche di questo prodotto.
Quali modelli di gettoniera rendiresto Aeterna sono disponibili?
La gettoniera rendiresto Aeterna è disponibile nei modelli: Executive, MDB e BDV. La differenza tra questi modelli consiste nel cablaggio di connessione verso distributore automatico, nella presenza di un BUS MDB periferiche (solo nel modello Executive) e nella versione firmware (l'Aeterna non è multistandard, perciò gestisce un singolo protocollo).
La gettoniera rendiresto Aeterna, può essere installata nei distributori elettromeccanici?
Si, la gettoniera rendiresto Aeterna può essere installata in un distributore elettromeccanico (tramite un'apposita interfaccia), ma la mancanza di gestione del display, rende questo utilizzo piuttosto limitato.
È possibile collegare un sistema di pagamento cashless nella versione Executive dell'Aeterna ?
Sì, nella versione Executive dell'Aeterna è possibile collegare un sistema di pagamento cashless sia come Executive Master (in questo caso la gettoniera diventa una periferica), sia come MDB Slave (in questo caso è il sistema che, collegato al bus MDB della gettoniera, diventa una periferica di quest'ultima).
Nella versione Executive dell'Aeterna, quali e quante periferiche si possono collegare al BUS MDB?
Nella versione Executive della gettoniera Aeterna, si possono collegare al BUS MDB fino a due periferiche contemporaneamente: un lettore di banconote MDB e/o un sistema cashless MDB.
In una gettoniera rendiresto Aeterna, è possibile eseguire degli aggiornamenti firmware?
Si, in una gettoniera rendiresto Aeterna, la versione firmware del microprocessore della scheda base può essere aggiornato direttamente da PC con l'interfaccia codice 844030 oppure da Maxi Programmer con il cablaggio codice 346533. La versione firmware del gruppo riconoscitore può ugualmente essere aggiornata da PC con l'interfaccia codice 844030 o da Maxi Programmer con il cablaggio codice 346533.
E' possibile rilevare i dati contabili da una gettoniera rendiresto Aeterna?
Si, da una gettoniera rendiresto Aeterna è possibile rilevare i dati contabili tramite l'interfaccia IR integrata nel gruppo riconoscitore, il Modulo IR PORT, il Modulo Comunica oppure un cablaggio per stampante seriale.
Quante linee prezzo gestisce una gettoniera rendiresto Aeterna?
Una gettoniera rendiresto Aeterna gestisce fino a 50 linee prezzo nelle modalità di gestione Cost by Price e Price Holding. Per ognuna di queste linee, è possibile programmare un prezzo a contante e uno a chiave.
Nella gettoniera rendiresto Aeterna, la configurazione dei tubi rendiresto è modificabile?
Si, in una gettoniera rendiresto Aeterna, la configurazione dei tubi rendiresto è modificabile a seconda dei prezzi di vendita del distributore. Le configurazioni possibili sono chiaramente indicate nel manuale d'uso e manutenzione del prodotto.
Nella gettoniera rendiresto Aeterna, è possibile programmare un gettone?
Si, nella gettoniera rendiresto Aeterna è possibile eseguire l'acquisizione di uno o più gettoni, tramite il menu "Setup monete". L'acquisizione può eventualmente avvenire anche tramite PC, con il software EasyCoinProfit.
Nella rendiresto Aeterna, è possibile eseguire la ricarica delle monete nei tubi tramite una chiave, come nella PROFIT?
La gettoniera rendiresto Aeterna, a differenza della PROFIT, non ha il sistema cashless integrato, ma la ricarica tramite chiave può comunque essere eseguita se nel BUS MDB c'è collegato un sistema cashless MDB Coges. Nel menu dell'Aeterna è possibile infatti programmare fino a 10 matricole di chiavi abilitate a questo particolare funzionamento.
In una gettoniera rendiresto Aeterna, come si programmano i parametri di funzionamento (prezzi, etc.)?
In una gettoniera rendiresto Aeterna, i parametri di funzionamento vengono programmati tramite la tastiera posta nella parte frontale del prodotto.
^ top ^
PROFIT
Quali sono le principali caratteristiche del gruppo tubi in una gettoniera rendiresto PROFIT?
In una gettoniera rendiresto PROFIT, le principali caratteristiche del gruppo tubi sono: presenza di 5 tubi di elevata capacità (mediamente di 95 monete); sistema di ritenuta dei tubi, che evita l'eventuale traslazione di questi verso l'alto a seguito di colpi ricevuti dal basso (in questo modo si evitano problemi di caduta o mal-posizionamento delle monete) e modularità della configurazione tubi (in base ai prezzi di vendita del distributore, è possibile adeguare la configurazione del gruppo, anche con valori doppi, tripli etc.).
Il nome della gettoniera rendiresto PROFIT ha un significato particolare?
Si, il nome PROFIT della gettoniera rendiresto, è l'abbreviazione di "Professional Five Tubes" ovvero "Cinque tubi professionale" che indica il fatto di poter contare su 5 tubi per l'erogazione del resto, una delle caratteristiche innovative che contraddistingue questo prodotto.
Che cos'è una gettoniera rendiresto PROFIT?
Una gettoniera rendiresto PROFIT è un sistema di pagamento che permette l'acquisto di un prodotto da un distributore automatico tramite contante (monete e banconote). Nella vendita, il credito in eccesso viene reso al cliente.
La gettoniera rendiresto PROFIT sostituirà la gettoniera rendiresto EuroCoin?
Si, la gettoniera rendiresto PROFIT è il prodotto che sostituirà completamente la gettoniera rendiresto EuroCoin, essendo stata sviluppata per sopperire alle medesime esigenze, con l'aggiunta di numerose innovazioni tecnologiche che ne elevano gli aspetti più importanti: efficacia e sicurezza.
Come si effettua la programmazione del database monete in una gettoniera rendiresto PROFIT?
In una gettoniera rendiresto PROFIT, la programmazione del database monete si effettua tramite il software a PC EasyCoinProfit e l'interfaccia di programmazione (cod.844030), collegata alla scheda base, nello stesso connettore dell'aggiornamento firmware, con il dip-switch in posizione "Parametri".
Da quanti moduli/gruppi è composta la gettoniera rendiresto PROFIT?
La gettoniera rendiresto PROFIT è composta da 5 moduli/gruppi: la scheda base, che gestisce tutte le funzioni del prodotto, il gruppo riconoscitore/separatore, il gruppo tubi, il gruppo bloccaggio cassetto (con l'innovativo meccanismo di ritenuta del cassetto ad elettromagnete) ed il gruppo espulsore dove avviene appunto l'erogazione del credito in eccesso.
Quali sono le principali caratteristiche della scheda base della gettoniera rendiresto PROFIT?
Le principali caratteristiche della scheda base della gettoniera rendiresto PROFIT sono: microprocessore con elevate prestazioni (512KB di programma gestibile), connettore unico per la gestione del gruppo riconoscitore/separatore, gestione gruppi espulsore e bloccaggio cassetto, gestione bus MDB per periferiche (tutte le funzioni sono gestite dal microprocessore).
Quali sono le principali caratteristiche del gruppo riconoscitore/separatore nella gettoniera rendiresto PROFIT?
Nella gettoniera rendiresto PROFIT, le principali caratteristiche del gruppo riconoscitore/separatore sono: riconoscimento ottico e magnetico delle monete, modulo IR integrato per la rilevazione dei dati contabili (nel modello PROFIT IR), separazione delle monete tramite motore passo-passo ed indirizzamento monete tramite canali fissi in plastica trasparente. In quest'ultimo caso si tratta di una notevole semplificazione delle fasi di pulizia ed eliminazione degli elettro- elementi che con il tempo possono dare luogo a problemi di funzionamento dovuti ad usura.
Quali sono le principali caratteristiche del gruppo bloccaggio tubi in una gettoniera rendiresto PROFIT?
In una gettoniera rendiresto PROFIT, le principali caratteristiche del gruppo bloccaggio tubi sono: la presenza delle fotocellule che identificano il raggiungimento della quantità media e massima di monete dei tubi (superato questo ultimo livello le monete vengono convogliate in cassa) e la gestione del meccanismo di sgancio del gruppo tubi tramite elettromagnete. Questo meccanismo ha la particolarità di trasmettere alla scheda base la data e ora di apertura del cassetto ogni volta che questo viene azionato, anche in assenza di alimentazione. Queste informazioni vengono visualizzate come "eventi" nel formato esteso dei dati contabili.
Quali sono le principali caratterisiche del gruppo espulsore in una gettoniera rendiresto PROFIT?
In una gettoniera rendiresto PROFIT, le principali carateristiche del gruppo espulsore sono: presenza delle fotocellule inferiori che rilevano il livello minimo di monete nei tubi (determinazione dell'importo esatto) e gestione dell'erogazione delle monete dai 5 tubi, tramite 3 motori che, a seconda del verso di rotazione, azionano l'espulsore di destra piuttosto che quello di sinistra.
In una gettoniera rendiresto PROFIT, posso lavorare anche con l'apertura libera del gruppo tubi, senza cioè utilizzare lo sgancio comandato da elettromagnete?
Si, quando una gettoniera rendiresto PROFIT è nuova, ha un perno in plastica inserito nel gruppo bloccaggio tubi, che esclude appunto l'elettromagnete e permette di lavorare con l'apertura libera del cassetto tubi. Ovviamente nello storico eventi della gettoniera non avverrà la registrazione dell'apertura cassetto.
In una gettoniera rendiresto PROFIT, come si può aprire il cassetto tubi, se si utilizza la chiusura con elettromagnete e non c'è alimentazione?
In una gettoniera rendiresto PROFIT, l'apertura del cassetto tubi bloccato dall'elettromagnete ed in assenza di alimentazione, può avvenire intervenendo con un cacciavite all'altezza dell'etichetta Coges. Tale etichetta anti-effrazione permette di rendere visibile l'avvenuta forzatura e l'apertura sarà registrata dalla gettoniera rendiresto.
Come può essere aggiornato il riconoscitore di monete della gettoniera rendiresto PROFIT?
Il riconoscitore di monete della gettoniera rendiresto PROFIT, può essere aggiornato tramite il software a PC FlashManager e l'interfaccia di programmazione (cod.844030).
Una gettoniera rendiresto PROFIT può essere installata su tutti i tipi di distributori automatici?
Si, la gettoniera rendiresto PROFIT, può essere installata su tutti i tipi di distributori automatici, sia perchè le sue dimensioni rispondono allo standard previsto per questo prodotto, sia perchè la gettoniera è "multi-protocollo". E' sufficiente selezionare nel menu 6.1 "Protocollo" della gettoniera il tipo di protocollo usato dal distributore automatico ed utilizzare il cablaggio di connessione adeguato; in tal modo la gettoniera può dialogare con distributori Executive, MDB, BDV e addirittura elettromeccanici (in quest'ultimo caso è necessaria l'aggiunta di un'ulteriore interfaccia hardware).
Da che cosa è garantita l'elevata autonomia del resto nella gettoniera rendiresto PROFIT?
Nella gettoniera rendiresto PROFIT ci sono vari fattori che concorrono a garantire un'elevata autonomia del resto; i più importanti sono: capacità elevata dei tubi di contenere monete, presenza di 5 tubi in configurazione modulabile e funzione di "Autofloating". La funzione di "Autofloating" consiste nella capacità della gettoniera rendiresto di "autoregolarsi" per quanto riguarda la composizione del resto, in base alla quantità reale di monete presenti nel gruppo tubi. Dopo un primo periodo di apprendimento, la gettoniera rendiresto arriva infatti a scegliere le monete da erogare, in modo da garantirne una quantità media sempre disponibile nella cassetta tubi.
Come può essere aggiornata una gettoniera rendiresto PROFIT?
Una gettoniera rendiresto PROFIT può essere aggiornata direttamente da PC, tramite il software FlashManager e l'interfaccia di programmazione (cod.844030), oppure tramite chiave di servizio Softkey da 512KB (900198).
E' possibile gestire un gettone (token) per la vendita nella gettoniera rendiresto PROFIT?
Si, nella gettoniera rendiresto PROFIT è possibile gestire uno o più gettoni (token) per la vendita di prodotti. Tramite questa funzione, associabile a qualsiasi moneta presente nel menu "Setup Monete", il gettone darà diritto alla vendita di un prodotto con valore minore o uguale a quello associatogli; nel caso di prezzo inferiore del prodotto non darà diritto al resto. In modalità Price Holding, è inoltre possibile stabilire da quali linee prezzo è possibile acquistare tramite gettone.
^ top ^

Sistemi OCS

OCS Slim
Che cos'è un OCS Slim?
L'OCS Slim è un sistema di gestione e controllo sviluppato da Coges per essere installato su tutti i tipi di macchine del caffè funzionanti a cialde (macchine OCS).
Come funziona un sistema OCS Slim?
Un sistema OCS Slim, installato su una macchina del caffè a cialde, ne attiva il funzionamento in base al numero di cialde disponibili programmate: agisce dunque come come un contatore di servizi a decremento.
Come viene alimentato un sistema OCS Slim?
Un sistema OCS Slim ha un range di alimentazione che va dagli 8 ai 24 V AC/DC. Questo per adattarsi ai diversi tipi di distributori del caffè a cialde in commercio.
Perchè il sistema si chiama OCS Slim?
Il sistema si chiama OCS Slim, per due motivi principali: l'acronimo OCS sta per Office Coffee Service, che indica proprio il tipo di distributori a cialde per i quali è stato concepito; si tratta di un sistema Slim perchè è semplice, di dimensioni ridotte e per differenziarlo dal modello con tastierino di programmazione che si chiama OCS Full.
Il sistema OCS Slim, può essere collegato a qualsiasi tipo di macchina del caffè a cialde?
Si, il sistema OCS Slim può essere installato in tutti i tipi di macchine del caffè a cialde presenti nel mercato. A seconda delle caratteristiche della macchina dove lo si vuole installare, si dovrà verificare la disponibilità dell'alimentazione ed i segnali da utilizzare per il controllo delle erogazioni.
Come fa un sistema OCS Slim a contare le cialde che sono state utilizzate in una macchina?
Il sistema OCS Slim, controlla un segnale della macchina che deve essere essenziale per l'erogazione del servizio. Quando questo segnale è stato attivato un numero di volte pari alle consumazioni (cialde) disponibili, viene interrotto definitivamente fino a quando non viene abilitata una nuova quantità di cialde.
Con un sistema OCS Slim, posso sapere quando stanno per terminare le consumazioni (cialde)?
Si, il sistema OCS Slim gestisce anche un livello di riserva che il cliente può impostare alla quantità desiderata. Al raggiungimento della riserva, il led giallo che si trova al centro dell'etichetta frontale del prodotto, inizia a lampeggiare.
Un sistema OCS Slim, ha un microprocessore Flash?
Si, un sistema OCS Slim ha un microprocessore Flash e quindi può essere sempre aggiornato con nuove versioni di prodotto.
Come si aggiorna un sistema OCS Slim?
Un sistema OCS Slim si aggiorna tramite il software a PC FlashManager e l'apposita interfaccia di programmazione (cod.844030) unita all'adattotore (cod.346746).
In un sistema OCS Slim, è possibile conoscere il numero di erogazioni effettuate dal momento dell'installazione?
Si, in un sistema OCS Slim, c'è un parametro in programmazione che si chiama "Consumate storico" e che rappresenta proprio il totale non azzerabile delle consumazioni effettuate dall'installazione del sistema.
Come si programmano i parametri di funzionamento del sistema OCS Slim?
I parametri di funzionamento di un sistema OCS Slim si programmano tramite il programmatore E.C.S. Programmer ed il relativo cablaggio d'interfaccia (cod.346744).
In un sistema OCS Slim, è possibile inserire una password per l'accesso alla programmazione?
Si, in un sistema OCS Slim è possibile attivare la richiesta di una password per proteggere l'ingresso alla programmazione.
In un OCS Slim, dove viene programmata la quantità di cialde da abilitare?
In un OCS Slim, la quantità di cialde da abilitare viene programmata all'interno del menu "Cialde", al quale è possibile accedere direttamente premendo un tasto dell'E.C.S. Programmer, oppure dopo aver digitato e confermato la password d'ingresso alla programmazione nel caso che questa funzione sia stata abilitata.
^ top ^
OCS Full
Che cos'è un OCS Full?
L'OCS Full è un sistema di gestione e controllo sviluppato da Coges per essere installato su tutti i tipi di macchine del caffè funzionanti a cialde (macchine OCS).
Come funziona un sistema OCS Full?
Un sistema OCS Full, installato su una macchina del caffè a cialde, ne attiva il funzionamento in base al numero di cialde disponibili programmate: agisce dunque come un contatore di servizi a decremento.
Come viene alimentato un sistema OCS Full?
Un sistema OCS Full ha un range di alimentazione che va dagli 8 ai 24V AC/DC. Questo per adattarsi ai diversi tipi di distributori del caffè a cialde in commercio.
Il sistema OCS Full può essere collegato a qualsiasi tipo di macchina del caffè a cialde?
Si, il sistema OCS Full può essere installato in tutti i tipi di macchine del caffè a cialde presenti nel mercato. A seconda delle caratteristiche della macchina dove lo si vuole installare, si dovrà verificare la disponibilità dell'alimentazione ed i segnali da utilizzare per il controllo delle erogazioni.
Perchè il sistema si chiama OCS Full?
Il sistema si chiama OCS Full, per due motivi principali: l'acronimo OCS sta per Office Coffee Service ed indica proprio il tipo di distributori a cialde per i quali è stato concepito;si tratta di un sistema Full perchè, a differenza del modello Slim, è completo di tastierino e perciò non necessita di ulteriori accessori per la programmazione dei parametri di funzionamento.
Come fa il sistema OCS Full a contare le cialde che sono state utilizzate in una macchina?
Il sistema OCS Full controlla un segnale della macchina che è essenziale per l'erogazione del servizio. Quando questo segnale è stato attivato per un numero di volte pari alle consumazioni (cialde) disponibili, viene interrotto definitivamente, fino a quando non viene abilitata una nuova quantità di cialde.
Come si aggiorna un sistema OCS Full?
Un sistema OCS Full si aggiorna tramite il software a PC FlashManager e l'apposita interfaccia di programmazione (cod.844030).
In un sistema OCS Full, è possibile conoscere il numero di erogazioni effettuate dal momento dell'installazione?
Si, nel sistema OCS Full esiste un parametro di programmazione che si chiama "Consumate storico" e che rappresenta proprio il totale non azzerabile delle consumazioni effettuate dall'installazione del sistema.
Come si programmano i parametri di funzionamento del sistema OCS Full?
I parametri di funzionamento di un sistema OCS Full si programmano tramite il tastierino numerico integrato nel prodotto.
In un sistema OCS Full, il numero inserito per abilitare una certa quantità di cialde, è sempre lo stesso?
No, il numero inserito nell'OCS Full per attivare una certa quantità di cialde disponibili è sempre diverso ed è calcolato tramite il software Coges OCSFull.
In un sistema OCS Full, è possibile inserire una password per l'accesso alla programmazione?
Si, in un sistema OCS Full è possibile attivare la richiesta di una password per proteggere l'ingresso alla programmazione.
In un sistema OCS Full, è possibile effettuare delle erogazioni di prova, senza che queste vengano sottratte alla effettiva disponibilità del cliente?
Si, in un sistema OCS Full è possibile fare fino a 10 erogazioni di prova consecutive, senza che queste vengano scalate dalla disponibilità di cialde del cliente. Questa operazione si effettua entrando nel menu "Vendite gratuite".
Con un sistema OCS Full, è possibile trasferire il numero di consumazioni rimanenti in un altro sistema uguale, nel caso, per esempio, di sostituzione della macchina presso il cliente?
Si, il sistema OCS Full gestisce in modo semplice e veloce anche questa evenienza: tramite il menu "Sostitutive", inserendo il codice della nuova macchina, è possibile ottenere un nuovo codice di abilitazione corrispondente al numero di cialde rimanenti nella prima macchina. Al termine dell'operazione avremo trasferito la disponibilità delle cialde da una macchina ad un altra, mantenedo corretti anche i dati contabili.
Con un sistema OCS Full, posso sapere quando stanno per terminare le consumazioni (cialde)?
Si, il sistema OCS Full gestisce anche due livelli di riserva che il cliente può impostare alla quantità desiderata. Al raggiungimento della prima riserva, il led giallo del prodotto si accende con luce fissa, mentre al raggiungimento della seconda riserva (che deve essere impostata ad un valore inferiore o uguale alla prima) lo stesso led giallo inizia a lampeggiare.
Un sistema OCS Full, ha un microprocessore Flash?
Si, un sistema OCS Full ha un microprocessore Flash e quindi può essere sempre aggiornato con nuove versioni di prodotto.
^ top ^

Riconoscitori di monete

€UR3
Che cos'è l' €UR3?
L'€UR3 è un riconoscitore di monete di piccole dimensioni, in grado di riconoscere fino a 24 monete o gettoni diversi. Particolarmente adatto per installazioni su piccoli distributori, offre alte prestazioni di riconoscimento delle monete Euro, grazie alla tecnologia elettronica avanzata e alla meccanica leggera e ottimizzata.
Quali sono le caratteristiche elettriche del riconoscitore di monete €UR3?
Il riconoscitore di monete €UR3 ha un range di alimentazione di 12/24 V DC, assorbe una potenza massima di 6 W e funziona in un intervallo di temperatura da 0 a 50°C.
Che tipo di monete possono essere accettate dal riconoscitore di monete €UR3?
Il riconoscitore di monete €UR3, progettato essenzialmente per l'accettazione delle monete Euro, può comunque accettare tutte le monete con diametro massimo di 28mm, spessore minimo di 1mm e massimo di 3.2mm.
Il riconoscitore di monete €UR3, quante monete può accettare al secondo?
Il riconoscitore di monete €UR3, grazie alla sua struttura meccanica e al doppio metodo di lettura (ottico e magnetico), è in grado di accettare fino a 3 monete/gettoni al secondo.
Come si programma un riconoscitore di monete €UR3?
Un riconoscitore di monete €UR3, può essere programmato manualmente, tramite gli otto dip-switch posti sul retro del dispositivo, oppure da PC tramite il software EasyCoinEur3.
Il riconoscitore di monete €UR3, è dotato di segnalazioni che ne indichino il buon funzionamento?
Si, il riconoscitore di monete €UR3 è dotato di due led di segnalazione esterni che ne indicano la corretta alimentazione (led verde fisso) ed il buon funzionamento (led rosso spento/lampeggiante/fisso). All'interno del riconoscitore, un led giallo si accende in fase di aggiornamento del dispositivo.
Nel riconoscitore di monete €UR3, che cosa significa il led rosso acceso lampeggiante o fisso?
Nel riconoscitore di monete €UR3, il led rosso lampeggiante segnala un errore di programmazione del dispositivo che non pregiudica l'accettazione delle monete e che,a volte, può essere risolto agendo sui dip-switch di programmazione. Il led rosso fisso segnala una condizione di malfunzionamento grave che non permette l'accettazione di nessuna moneta.
Come può essere collegato ad un sistema di pagamento un riconoscitore di monete €UR3?
Un riconoscitore di monete €UR3 può essere collegato ad un sistema di pagamento tramite il cablaggio flat a 10 vie (fornito in dotazione) oppure tramite il cablaggio flat a 16 vie.
Il riconoscitore di monete €UR3, come può essere installato all'interno di un distributore automatico?
Il riconoscitore di monete €UR3 può essere installato all'interno di un distributore automatico, utilizzando una piastra frontale oppure un apposito adattatore nel caso di installazione su gettoniera.
Un riconoscitore di monete €UR3, quali tipi di uscite delle monete è in grado di gestire?
Il riconoscitore di monete €UR3 è in grado di gestire le monete con uscite: parallele, binarie, binarie-Confida e ad impulsi (su uno o su entrambi i connettori).
Di un riconoscitore di monete €UR3, è possibile conoscere la programmazione?
Si, è possibile conoscere la programmazione di un riconoscitore di monete €UR3 tramite l'etichetta esterna, se il riconoscitore è nuovo, oppure tramite un comando specifico nel software EasyCoin.
E' possibile aggiornare la versione del microprocessore di un riconoscitore di monete €UR3?
Si, il riconoscitore di monete €UR3, essendo dotato di tecnologia flash, può essere aggiornato tramite il software FlashManager e l'apposita interfaccia.
Nel riconoscitore di monete €UR3, che parametri si possono programmare tramite i dip-switch posti sul retro del dispositivo?
Nel riconoscitore di monete €UR3, tramite i dip-switch posti sul retro, è possibile: cambiarne la polarità, copiarne la programmazione in un altro riconoscitore, programmare gettoni, modificarne la modalità di uscita dei segnali, abilitare o inibire l'accettazione delle monete e modificarne la tolleranza.
E' possibile copiare la programmazione di un riconoscitore di monete €UR3 in un altro riconoscitore di monete?
Si, è possibile copiare la programmazione di un riconoscitore di monete €UR3 in un altro riconoscitore di monete, tramite un cablaggio specifico di collegamento e una configurazione di dip-switch riportata nel manuale di programmazione del prodotto.
Per quali applicazioni viene utilizzato un riconoscitore di monete €UR3 T?
Un riconoscitore di monete €UR3 T viene normalmente utilizzato per gestire l'acquisto a moneta o gettone di servizi temporizzati.
Posso convertire un riconoscitore di monete €UR3 Executive in un €UR3 MDB o viceversa?
Si, è possibile convertire un €UR3 Executive in un €UR3 MDB e viceversa, perchè questi due prodotti hanno la stessa elettronica e differiscono tra di loro unicamente per il cablaggio di connessione al distributore automatico e per il modello di programmazione delle monete. Il cambio di funzionamento consiste dunque nella riprogrammazione del database monete tramite il software EasyCoinEur3 e nel cambio del cablaggio di collegamento al distributore automatico o al sistema di pagamento.
In un riconoscitore di monete €UR3 T, che differenza c'è tra il funzionamento "totalizzatore" e quello "temporizzatore"?
In un riconoscitore di monete €UR3 T, la differenza tra funzionamento "totalizzatore" e quello "temporizzatore", consiste nella gestione del segnale di Reset (fine servizio ed azzeramento credito) che nel primo caso è un impulso fornito dall'esterno, mentre nel funzionamento "temporizzatore", viene gestito dal riconoscitore stesso che lo genera allo scadere del tempo di erogazione programmato. Inoltre nella modalità "totalizzatore", il riconoscitore di monete €UR3 T gestisce 2 prezzi di vendita diversi, mentre nella modalità "temporizzatore" viene gestito un solo prezzo e l'uscita del secondo prezzo viene utilizzata come segnale di preavviso della scadenza del servizio.
Oltre al riconoscitore con funzionamento parallelo, ci sono altri modelli di €UR3 disponibili?
Si, oltre all'€UR3 parallelo, sono disponibili anche le versioni €UR3 Executive, €UR3 MDB ed €UR3 T (totalizzatore o temporizzatore).
Come si collegano i riconoscitori di monete €UR3 Executive ed €UR3 MDB al distributore automatico?
I riconoscitori di monete €UR3 Executive ed €UR3 MDB, vengono normalmente collegati direttamente alla scheda del distributore automatico tramite i cablaggi forniti in dotazione (ovviamente ci dovrà essere corrispondenza tra il protocollo del distributore automatico e quello del riconoscitore di monete €UR3 usato). Tuttavia i riconoscitori di monete €UR3 Executive ed MDB possono anche essere installati come periferiche, in un sistema di pagamento E.C.S. Platinum Key-Card oppure in qualsiasi sistema di pagamento che consenta il collegameto con periferiche Executive o MDB.
A cosa serve l'interfaccia esterna per riconoscitore di monete €UR3 T?
La scheda interfaccia esterna (cod. 850980) per riconoscitore di monete €UR3 T serve per trasformare i contatti a basso livello del riconoscitore di monete €UR3 T, in contatti con capacità di scambio di 2A. Inoltre permette di alimentare il riconoscitore di monete €UR3 T sia in AC che in DC.
Un riconoscitore di monete €UR3 T può gestire un display per la visualizzazione dei prezzi di vendita?
Si, un riconoscitore di monete €UR3 T può gestire un display per visualizzare i prezzi di vendita. Questo display è venduto come kit accessorio e corrisponde al codice 841009.
^ top ^

Lettori di banconote

TP606
Come può essere alimentato un lettore di banconote TP606?
Un lettore di banconote TP606 può essere alimentato con una tensione di 24 V AC/DC.
Un lettore di banconote TP606, che tipo di banconote può riconoscere ed accettare?
Un lettore TP606 può riconoscere ed accettare tutte le banconote che non superino gli 85 mm di larghezza ed i 160 mm di lunghezza. Tutte le banconote Euro possono quindi essere accettate in quanto non superano questi limiti.
In un lettore di banconote TP606, quante facce possono essere memorizzate per l'accettazione?
In un lettore di banconote TP606, possono essere memorizzate per l'accettazione fino a 64 facce di banconote diverse.
Che cos'è un lettore di banconote TP606?
Un lettore di banconote TP606 è una periferica a contante in grado di riconoscere ed accettare diversi tipi di banconote, inviandone poi il corrispettivo valore al sistema E.C.S., al PC o al distributore automatico al quale è collegato.
Un lettore di banconote TP606, a quale dispositivo può essere collegato per funzionare?
Un lettore di banconote TP606, per funzionare, può essere collegato ad un sistema di pagamento E.C.S. (uscite in Parallelo, MDB o Impulsi), ad un PC (uscita in RS232) o direttamente ad un distributore automatico (uscite in MDB, Parallelo o Impulsi).
Un lettore di banconote TP606, può essere collegato ad un impacchettatore per la raccolta delle banconote accettate?
Si, un lettore di banconote TP606 può essere collegato ad un impacchettatore orizzontale per la raccolta delle banconote accettate. La capacità di questo impacchettatore è di 400 banconote (cod.932574).
Come si collega un lettore di banconote TP606 ad un sistema E.C.S. Coges?
Un lettore di banconote TP606 può essere collegato ad un sistema E.C.S. Coges (E.C.S. Platinum Key-Card, EuroCoin TS/Flex) tramite l'apposito cablaggio (cod.346369).
In un lettore di banconote TP606, a cosa servono i due led posizionati sul lato destro del prodotto?
In un lettore di banconote TP606, i due led posizionati sul lato destro del prodotto, hanno la funzione di segnalarne l'alimentazione (led verde) e di segnalare anche eventuali stati di blocco o inibizione (led rosso).
Un lettore di banconote TP606, può essere aggiornato nella sua versione firmware?
Si, il lettore di banconote TP606 è dotato di microprocessore Flash e dunque può essere aggiornato nella versione firmware. L'operazione di aggiornamento può avvenire tramite il programmatore Maxi Programmer oppure direttamente da PC tramite il software FlashManager.
In un lettore di banconote TP606, come si programma il database delle banconote da accettare?
Un lettore di banconote TP606 è sempre dotato di una programmazione standard che, salvo particolari richieste in fase di ordine, comprende l'accettazione dei 5,10,20,50 Euro. Il cliente può comunque variare questa programmazione tramite il software BillValidator (connessione diretta con il dispositivo) oppure tramite Maxi Programmer.
Un lettore di banconote TP606, che tipo di uscite gestisce?
Un lettore di banconote TP606 può gestire queste modalità di uscita dei segnali: BCD, Blocchi Multipli, Accept Return, Impulsi 1-255 ed RS232. La modalità è impostabile tramite il software BillValidator oppure manualmente tramite l'E.C.S. Programmer.
In un lettore di banconote TP606, è possibile sapere quante banconote sono state accettate?
Si, in un lettore di banconote TP606 è possibile visualizzare il numero complessivo delle banconote incassate, tramite il programmatore E.C.S. Programmer ed il codice C91, mentre con il codice C90 si visualizzano i totali per singola banconota (uscita).
Cosa significa la sigla TP606, corrispondente al nome del lettore di banconote?
Nel nome del lettore di banconote, la sigla TP606, sta ad indicare che le banconote vengono trainate all'interno del dispositivo da due cinghie parallele (Traino Parallelo), che per la rilevazione delle caratteristiche della banconota introdotta sono impiegate 6 ottiche ed infine, che il 2006 è l'anno di uscita sul mercato di questo nuovo lettore di banconote.
^ top ^
Lettore di banconote Eureka SP
Che tipo di uscite utilizza il lettore di banconote Eureka SP?
Nel lettore di banconote Eureka SP sono disponibili quattro tipi di uscite: ad impulsi (72), BCD (7), blocchi multipli (4) e accept-return (7).
Quali tagli di banconote EURO possono essere introdotti nel lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore di banconote Eureka SP, avendo una bocchetta d'introduzione larga 72 mm, può accettare banconote da 5, 10 e 20 Euro. La versione Large del lettore accetta anche le banconote da 50 e 100 Euro.
Che dimensioni ha il lettore di banconote Eureka SP?
Le dimensioni d'ingombro del lettore di banconote Eureka SP sono le seguenti: (LxPxH): 98 x 166.5 x 234 mm
Quante banconote può memorizzare il lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore di banconote Eureka SP dispone di 72 aree di memoria, per cui il numero complessivo di banconote dipende dal numero di facce memorizzate.
Dove vengono messe le banconote incassate dal lettore di banconote Eureka SP?
Le banconote incassate dal lettore di banconote Eureka SP vengono messe all'interno di un impacchettatore (stacker) che nella versione standard può contenere 250 banconote, mentre nella versione maggiorata arriva fino a 600 banconote.
Quale sistema di lettura utilizza il lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore di banconote Eureka SP rileva le caratteristiche delle banconote (andamento cromatico , densità cartacea e dimensioni) tramite cinque sorgenti luminose (led) di colori diversi.
Come viene alimentato il lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore di banconote Eureka SP ha una alimentazione di 24 V AC/DC, assorbe una corrente massima di 400 mA ed in fase di lettura assorbe una potenza pari a 10 W.
Dove può essere installato il lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore di banconote Eureka Flash può essere facilmente installato all'interno dei distributori automatici e dei cambiamonete grazie alle sue dimensioni ridotte; inoltre il lettore è perfettamente compatibile con lo standard americano ed europeo.
Come si collega il lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore Eureka Flash si collega al sistema E.C.S., tramite il cablaggio fornito in dotazione,
rispettivamente al connettore Modu 2 2X9 vie del Lettore e alla scheda di controllo del sistema di vendita. A richiesta viene fornito un cablaggio specifico per il collegamento ad un diverso sistema master.
Come può essere aggiornata la memoria Flash del lettore di banconote Eureka SP?
La memoria Flash del lettore di banconote Eureka SP può essere aggiornata mediante l'apposito kit di programmazione e l'ausilio di un semplice software a PC FlashManager oppure tramite il Maxi Programmer ed il relativo cablaggio (cod. 346530).
Il lettore di banconote Eureka SP può utilizzare il protocollo di comunicazione MDB?
Si, il lettore di banconote Eureka SP, essendo multistandard, può utilizzare il protocollo di comunicazione MDB.
Il lettore di banconote Eureka SP è compatibile con i lettori di banconote di precedente produzione Coges?
Sì, il lettore di banconote Eureka SP è compatibile in quanto utilizza gli stessi ingressi e le stesse uscite dei lettori di precedente produzione.
Quale vantaggio offre la programmazione a PC del lettore di banconote Eureka SP?
Tramite PC è possibile programmare il lettore Eureka senza eseguire alcun passaggio di banconote. All'interno del software, infatti, sono contenute le acquisizioni delle banconote italiane ed estere eseguite nei laboratori COGES.
E' possibile modificare il grado d'accettazione delle banconote del lettore di banconote Eureka SP?
Sì, il grado d'accettazione delle banconote del lettore di banconote Eureka SP si può modificare agendo su appositi parametri mediante programmatore manuale Box-program o E.C.S. Programmer (codice di programmazione C40 e C50) o tramite il software a PC BillValidator.
Il lettore di banconote Eureka SP riesce a discriminare eventuali banconote false?
Il lettore Eureka è in grado di discriminare eventuali banconote false mediante appositi parametri impostati nel lettore in fase di produzione.Inoltre tali parametri possono essere costantemente aggiornati dall'utente mediante il programmatore manuale Box-program o E.C.S. Programmer o tramite il software a PC Bill Validator.
E' possibile sapere quante banconote ha accettato il lettore di banconote Eureka SP?
Sì, nel lettore di banconote Eureka SP, mediante Box-program o PC è possibile conoscere sia il totale delle banconote accettate per uscita (ovvero per tipo di banconota), sia il totale complessivo; entrambi i totali sono azzerabili.
Il lettore di banconote Eureka SP richiede una particolare pulizia?
No, nel lettore di banconote Eureka SP è sufficiente eseguire periodicamente una semplice pulizia del piano di lettura delle banconote per rimuovere lo sporco creatosi dal passaggio delle banconote stesse.
Qual è la larghezza massima delle banconote accettate dal lettore di banconote Eureka SP?
Il lettore di banconote Eureka SP consente l'accettazione di banconote con una larghezza massima di 72 mm (78 mm nel caso si utilizzi l'Eureka SP Large).
Come si programmano le banconote nel lettore di banconote Eureka SP?
Le banconote nel lettore di banconote Eureka SP possono essere programmate manualmente tramite Box-program o E.C.S. Programmer (in questo caso con il cablaggio cod.346634 )oppure con il software a PC BillValidator ed il Kit di programmazione cod. 840846 o con Maxi Programmer ed il cablaggio cod. 346463.
Perché il lettore di banconote viene chiamato Eureka SP?
Questo lettore di banconote Eureka è caratterizzato da una nuova tecnologia di microprocessore definita appunto Flash.Tale microprocessore permette di avere un aumento del 20% della velocità di trascinamento e lettura della banconota, un raddoppio delle capacità di programmazione della memoria ed una maggiore sicurezza di lettura.
E' possibile convertire un lettore di banconote Eureka Flash in un lettore di banconote Eureka SP?
Si, è possibile convertire un lettore di banconote Eureka Flash in un lettore di banconote Eureka SP, operando una sostituzione della scheda microprocessore e di quella con i fotodiodi (la scheda di alimentazione viene tolta definitivamente). In seguito a questa sostituzione, il lettore dovrà essere aggiornato con l'apposita versione firmware per Eureka SP e riprogrammato con il database banconote.
Che differenza c'è tra un lettore di banconote Eureka Flash ed un lettore di banconote Eureka SP?
Tra un lettore di banconote Eureka Flash ed un lettore di banconote Eureka SP, le differenze risiedono solo nell'elettronica interna al lettore. Nell'Eureka SP infatti, la scheda di alimentazione è stata integrata nella scheda microprocessore. Inoltre il microprocessore utilizzato nell'Eureka SP è molto più rapido e permette una migliore e più veloce lettura ed accettazione delle  banconote. Per quanto riguarda le connessioni, l'aggiornamento e la programmazione del database banconote, i due modelli di lettore si comportano esattamente allo stesso modo e necessitano delle stesse interfacce/cablaggi.
^ top ^